Nella calza della Befana

Lettera di mamma Lella

È arrivata anche la Befana, che cosa ci porterà ?

Vorrei pensare a cosa si potrebbe mettere nelle calze dei nostri figli: la gioia dei genitori quando li possono riabbracciare, tanti biglietti aerei perché ciò possa avvenire più spesso, tanti voli low-cost per paesi molto lontani e raggiungerli senza troppe spese, una Brexit più soft che non penalizzi chi lavora e studia in Inghilterra, l’ospitalità e l’accoglienza per farli sentire “a casa”, per rendere meno dura la nostalgia del proprio paese e la vita all’estero, valigie ricche di bellissimi ricordi per non dimenticare chi si è e da dove si viene, un “grazie” da parte del nostro Paese con le scuse per averli lasciati andare via, un plauso per i tanti meriti che moltissimi giovani hanno (quante testimonianze abbiamo letto nel nostro blog!), tanti sogni e desideri (sono importanti perché significa che si continua a fare progetti e magari trovare la propria realizzazione nella “calza” del 2109).

Buona Befana a tutti i nostri “cervelli” con l’augurio che stiano sempre meglio dove vivono e che, se lo desiderano, possano ritornare e trovare le opportunità che un paese “normale” dovrebbe garantire loro.

Certo ci vuole una “calza” molto grande per contenere tutto … come il cuore delle mamme.

Un abbraccio carissimo da Lella

4 pensieri su “Nella calza della Befana

  1. Stasera è l’ultima sera prima dell’ennesima partenza… “è il male minore” (mi sussurro)… ma domani l’amarezza calerà inesorabilmente e in loro regnera’… nostalgia, malinconia, suffragate dalla voglia di vincere e superare comunque le avversità… d’altronde abbiamo dato loro ali per volare!
    Buon anno a tutti
    Rosanna

  2. Che calza meravigliosa….piena dei nostri desideri per i nostri ragazzi…

    Intanto la Befana se li riporta lontano….auguri ragazzi ovunque siate diretti.

  3. Oltre che grande, la calza deve essere molto, molto elastica, affinché ammortizzi le nostre preoccupazioni , le nostre ansie, le nostre nostalgie e forse anche qualche rimpianto per aver fatto finta di niente alla loro ripartenza, convincendoli della nostra (mascherata) contentezza nel vederli girovagare soddisfatti per il mondo !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *