5. Atene – in giro con Tina: il Museo Archeologico Nazionale

ImageDisplay

Tina è la nostra amica-mamma “corrispondente” dalla Grecia che ci accompagna in giro per Atene

Museo Archeologico Nazionale di Atene è il più importante della Grecia, ed è tra i dieci musei più importanti al mondo. Per le Olimpiadi di Atene del 2004 sono stati fatti rinnovamenti e ampliamenti delle sale espositive.

Il Museo è situato in un edificio neoclassico e custodisce i suoi capolavori e le sue collezioni divise in tre sezioni disposte in ordine cronologico: al pianterreno, la sezione preistorica e la sezione delle sculture, al primo piano la collezione delle ceramiche.
Il Museo si trova a soli 5 minuti dalla stazione di Victoria della linea verde del metrò e a 10 minuti dalla centralissima Piazza Omonia.
Naturalmente, come in tutti i gradi Musei del mondo, c’è un negozio di souvenir, e un caffè nel giardino delle sculture. Un’idea di ciò che è in serbo per voi presso il Museo Nazionale di Atene da non perdere assolutamente!

Le collezioni

Il museo custodisce oggetti preistorici, sculture, vasellame e arti minori, bronzi e arte egiziana. La sala 4 è dedicata ai reperti di Micene: 33 vetrine e vari pezzi singoli, ritrovati nelle tombe reali da Schliemann nel 1876. La collezione micenea comprende maschere, vasellame, monili e piccoli amuleti in oro. Non perdetevi comunque la Maschera Funerea, erroneamente attribuita ad Agamennone da Schliemann: si tratta in realtà di un re sconosciuto, precedente ad Agamennone.

Da vedere anche una brocca d’argento a forma di testa di toro, con corna in oro.

La collezione Neolitica, esposta nella sala 5, comprende in particolare statuette e ceramiche che risalgono al IV millennio a.C. Il museo raccoglie anche una meravigliosa collezione di statuine delle Cicladi; si tratta di idoli e piccole sculture votive in marmo bianco, che risalgono a 3000- 2000 a.C. e sono tra i reperti più antichi della Grecia.

La collezione di sculture è la più importante del museo e occupa quasi tutto il pianterreno. È suddivisa in due settori: uno dedicato alla scultura arcaica e l’altro a quella classica. La scultura classica raccoglie le sculture più belle realizzate tra il V e il VI secolo a. C. Il percorso-passeggiata, vi invita a guardarle tutte. Le statue dei Kouroi (Giovani), il Giovane di bronzo e il monumentale Poseidone, realizzato verso il 450 a.C. e ritrovato nelle acque al largo dell’isola Eubea. La statua è stata definita anche come Zeus, perché la mano che lancia lo strumento è vuota: non si sa, quindi, se reggesse un tridente oppure una saetta.

Non perdetevi l’Afrodite pudica ritrovata a Baia, vicino Napoli.
Statua di Afrodite tipo “Landolina” (appartenente alla serie di Afrodite “Pudica”) in marmo pario, trovata in Italia a Baia. Apparteneva alla collezione di Lord Hope e fu donata al museo Nazionale di Atene da M. Embeirikos nel 1924. Risalente al II sec. d.C. e basata su un originale rinvenuto a Siracusa, risalente al IV sec. a.C. Il collo, la testa e il braccio destro sono stati restaurati da Antonio Canova (1757-1822).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *